Web Marketing: Chi sono gli influencer e come sfruttarli

influencer Nel mondo del web marketing si parla sempre più di “Influencer” o “Digital PR” ma, chi sono realmente queste figure, cosa fanno e come è possibile sfruttarle per pubblicizzare un’attività sul web? Per molto tempo chi voleva pubblicizzare un marchio, un servizio o un prodotto si è rivolto agli uffici stampa, che si occupano di inviare comunicati stampa a redazioni di giornali o a personaggi più o meno inseriti in contesti sociali per mettere in collegamento un’azienda con personaggi noti o semplicemente per far circolare un brand. Naturalmente gli uffici stampa esistono ancora ma, nell’ambito del web, si è fatta largo una nuova figura, quella dell’influencer appunto. Oggi infatti la comunicazione passa prepotentemente  da Internet e alcune sue dinamiche sono leggermente cambiate aprendo nuove possibilità sia per la visibilità che per la brand reputation. L’intervento di un influencer per la promozione di un prodotto è un’attività che può essere strategica sia a livello di SEO, grazie a backlinks che ne derivano, che a livello di social, doto che ormai è assodato che gli acquisti siano influenzati dai social media. Coinvolgere un influencer è un’operazione un po’ delicata. Bisogna innanzitutto, attraverso opportuni strumenti, individuare chi sono gli influencer più rilevanti a seconda del settore di interesse. Generalmente sono giornalisti o esperti del settore che possono dare grande visibilità a un prodotto o a un  servizio. Altrimenti, un’altra categoria che, pur non avendo nessuna competenza specifica, può fare miracoli per promuovere un brand è quella dei personaggi famosi: quindi attori, presentatori, modelle, cantanti, speaker, tutta gente che ha un enorme numero di persone che li segue sui social media e che leggono quello che scrivono.  Questi infatti hanno un rapporto reale con i loro “seguaci” o “followers”, i quali seguono con piena fiducia i loro consigli e sono molto interessati a tutto ciò che hanno da dire.  Insomma, l’influencer è, per l’utente medio dei social media, una persona di fiducia, che ha saputo guadagnarsi il suo rispetto. Una volta individuati, come si possono usare gli influencer ai fini SEO o Social? Se questi hanno un blog possiamo chiedere che scrivano qualcosa sui nostri prodotti e servizi, possiamo scrivere noi un post e farlo ospitare all’interno del loro sito, oppure inviare un comunicato stampa, magari con quale ricerca di mercato interessante. Qualcuno potrebbe chiedere in cambio dei soldi, altri invece potrebbero farlo senza chiedere compensi o retribuzione, perché trovano realmente interessante il nostro materiale. In questo caso dunque avrebbe una straordinaria pubblicità a un costo pari a zero. Il passaparola, il metodo di promozione più antico – ed efficace – sarebbe così garantito e, a differenza della vecchia maniera, essendo online viaggerebbe su binari decisamente più veloci e agirebbe sicuramente su larga scala.

Articoli correlati