Pinterest e Instagram: il successo del Visual Marketing

foto cellulare

Sui social stravincono le immagini. Non è una novità di oggi il fatto che video e immagini stiano scavalcando qualunque altro contenuto online e questo ha effetti evidenti anche nelle scelte che le aziende devono fare quando si tratta di promuovere prodotti o servizi e scegliere le strategie di marketing. Come il Visual Marketing, che prende in considerazione l'aspetto visivo della comunicazione, attraverso immagini, foto, disegni, simboli, video e tutto ciò che può essere catturato e compreso unicamente con gli occhi.

Con questa premessa capiamo bene quanto possano essere diventati importanti i social network che si basano sulle immagini, in particolare Instagram e Pinterest. Entrambi, dal loro lancio nel 2010, hanno conquistato il mercato americano e sono in grande crescita anche in Italia. Entrambi funzionano pressoché nello stesso modo: si caricano immagini che gli utenti registrati possono vedere, commentare e condividere.

Instagram è nato come App che permette di scattare, modificare e pubblicare le foto. È il luogo ideale per chi, sia persona che brand, voglia condividere luoghi, esperienze, momenti e storie, e rappresenta uno strumento perfetto per migliorare l’interazione con gli utenti. È possibile caricare video brevi, modificare le immagini con i filtri e pubblicare nuovi post anche quando si è in giro.

Pinterest è nato sul web (esiste comunque anche la versione app mobile) e permette di catalogare e collezionare contenuti visuali presenti sui siti online o creati secondo le proprie preferenze. In questo social è infatti possibile pianificare, archiviare, organizzare a proprio piacimento i contenuti che vengono ritenuti più interessanti. Inoltre è un ottimo motore di ricerca per tutto ciò che è legato alle immagini: ricette, moda, bellezza, luoghi, viaggi e molto altro ancora. Uno dei suoi vantaggi principali è costituito dalla possibilità di collegare a ogni pin (immagine) un link, strumento ideale per generare traffico a un sito. A differenza di Instagram qui non è possibile modificare le foto né caricare video, è però possibile inserire nei post ogni tipo di link così da collegare video su YouTube o rimandare al sito o al negozio online.

Gli aspetti che differenziano i due social:

  • Ordine di visualizzazione dei contenuti: Pinterest mostra i pin seguendo il suo personale algoritmo, mentre Instagram segue l’ordine cronologico di pubblicazione delle foto.
  • Visualizzazione delle immagini: nel feed di Instagram possiamo vedere un’immagine alla volta, mentre su PInterest ogni immagine è circondata da altre.
  • Differenza demografica: in generale gli utenti più giovani preferiscono Instagram, mentre quelli più grandi utilizzano maggiormente Pinterest.

Dunque, quale strumento di Visual Marketing scegliere? Molto dipende dagli obiettivi, dal pubblico e dai contenuti. In generale possiamo affermare che, grazie alla possibilità di inserire link, per generare traffico al sito è meglio Pinterest, mentre per creare interazione con il pubblico è da preferire Instagram.

In realtà poi un social non esclude l’altro. I vantaggi di entrambi rendono la combinazione dei due social un’alternativa possibile e vantaggiosa.

Articoli correlati