Newsletter… perché?

newsletter business

La Newsletter può essere uno strumento molto vantaggioso per un’azienda, aiutando ad aumentare il numero dei visitatori del sito aziendale ma anche a entrare in contatto con i propri utenti. Attenzione però, la creazione di una newsletter non è un procedimento così banale, bisogna avere ben chiaro il messaggio e gli obiettivi che si vogliono raggiungere, non è insomma una cosa da prendere alla leggera.

Ora però ci vogliamo concentrare su una domanda ben precisa: perché creare una newsletter? Ci sono almeno 10 motivi per cui vale la pena farlo… vediamo un po’:

1) Fidalizzazione del cliente: l’invio periodico di una newsletter aumenta le probabilità di attirare gli utenti sul sito, o perlomeno di ricordare loro l’esistenza di un’attività.

2) Le spese sono contenute: per una newsletter non bisogna esborsare grandi cifre. Con questo sistema è infatti possibile inviare lo stesso messaggio a migliaia di persone, senza praticamente nessun costo.

3) Fornire informazioni: attraverso la newsletter è possibile tenere informati i clienti o i potenziali clienti circa nuovi prodotti, attività, promozioni, approfondimenti. Generando così anche nuovi clienti e nuove possibilità di guadagno.

4) Tracciabilità dei comportamenti: è infatti possibile monitorare l’accoglienza della newsletter, quante persone l’hanno effettivamente aperta, quali sono stati gli argomenti che hanno suscitato maggiore interesse. Uno strumento perfetto insomma anche per dirigere gli affari nella direzione più giusta.

5) Fonte di traffico: la cosa più importante per chi ha un sito è che questo venga visitato il più possibile. La newsletter, proprio come i social network o i motori di ricerca, genera traffico verso il sito.

6) Modulabilità: la newsletter è l’unica fonte di traffico che possiamo direzionare dove ci è più comodo. Generare traffico dunque quando lo si desidera e dove lo si desidera.

7) Tempismo: permette di ottenere grossi quantitativi di traffico quando si preferisce, ad esempio subito dopo la pubblicazione di un’offerta, basta inviare una mail istantanea ai propri iscritti.

8) Offre un canale preferenziale: una sorta di “ricompensa” o di filo diretto per chi è realmente interessato ai prodotti e servizi offerti. La newsletter può infatti contenere promozioni particolari riservati agli iscritti ad esempio, o servizi aggiuntivi.

9) È ecofriendly: la newsletter non fa davvero male a nessuno, nemmeno all’ambiente!

10) relazioni personalizzate con i clienti: è infatti possibile diversificare i contenuti della newsletter in base a gruppi di interesse, ognuno riceverà così solo quello che realmente interessa.

Articoli correlati