Inviare newsletter e visualizzarle su mobile

newsletter mobile Sono milioni gli utenti che ogni giorno navigano su Internet da mobile. Principalmente controllano le e-mail, chattano su WhatsApp, leggono le ultime notizie sui quotidiani online, consultano Facebook e magari mettono un like sullo status di un amico, twittano o taggano una foto su Instagram. La crescita dell’utilizzo degli smartphone è un fenomeno che coinvolge il 56% degli utenti della telefonia mobile. Rispetto al terzo trimestre del 2011 è aumentata ben del 26% la penetrazione degli smarphone ed è aumentato del 22% il tempo medio di navigazione. Insomma tutto questo per dire che lo smartphone diventa uno strumento essenziale anche su Internet e tutti coloro che lavorano o vogliono comunque utilizzare la rete per farsi pubblicità devono tenerne conto. Un altro dato significativo è il tasso di penetrazione delle e-mail, con il 67,4% sul totale e il tempo per persona sempre più alto. Va da se quindi che l’e-mail marketing si conferma come lo strumento più efficace per avviare una comunicazione con i clienti o rafforzare rapporti già esistenti. Si tratta infatti di numeri che indicano innegabilmente quali sia la strada da seguire nello sviluppo delle relazioni con il cliente. Integrare strumenti e strategie dell’e-mail e del mobile marketing diventa così un’importante sfida da raccogliere e da sfruttare perché ricca di opportunità. Partendo quindi dal presupposto che nessun brand può oggi permettersi di ignorare la tendenza in atto, ovvero che un numero sempre maggiore di utenti interagiscono e comprano online usando lo smartphone, bisogna iniziare a mettere a punto una serie di accorgimenti per migliorare la navigazione su smartphone. In primo luogo oggi il punto di partenza non è più il desktop di un computer, l’accesso al web avviene anche, e soprattutto, attraverso smartphone, tablets e game console. È quindi necessario misurarsi con le dimensioni e le logiche dell’ambiente mobile. I contenuti proposti attraverso smartphone offrono l’occasione unica di creare fiducia e coinvolgimento. Gli utenti infatti non solo accettano le pubblicità su mobile, ma il più delle volte interagiscono attivamente, quindi accedono a siti, scaricano App gratuite, condividono informazioni personali geolocalizzate in cambio di offerte o notizie per loro rilevanti. Si può quindi sfruttare questa propensione per promuovere l’iscrizione a newsletter tramite una App. È essenziale che l’e-mail venga visualizzata correttamente su mobile, deve essere delle giusta misura, ben leggibile e facilmente cliccabile. Dopodiché, l’azione successiva alla ricezione di una newsletter, ovvero il clic, condurrà l’utente a una pagina di atterraggio, o landing page, che deve adattarsi alle dimensioni del device attraverso cui avviene la navigazione: smartphone, tablet o pc. Semplificare, aiutare, coinvolgere queste sono le parole chiave per un corretto utilizzo di uno strumento prezioso come la newsletter anche, e soprattutto, su dispositivi mobili.

Articoli correlati