Il bello di Google Plus

google plus 2 Quando si parla di social media pensiamo subito, in maniera automatica a Facebook, senza dubbio il leader della categoria, o anche ad altre realtà come Twitter o Instagram. C’è invece un altro social che spesso viene scartato in maniera eccessivamente superficiale ma che, se utilizzato bene, può dare tante soddisfazioni, stiamo parlando di Google Plus. Creare una pagina business su Google Plus e aggiornarla con regolarità è importante e può offrire molti vantaggi ad aziende e professionisti. Il social network di Google  si sta infatti dimostrando sempre più business-friendly e offre strumenti validi che è possibile utilizzare per aumentare la brand awareness, l'esposizione sul social e la  presenza nei risultati organici del motore di ricerca di Google. Attivare una pagina Google Plus porta ad esempio vantaggi dal punto di vista SEO. Infatti quando facciamo delle ricerche per determinate parole chiave su Google, i risultati della nostra ricerca, sono influenzati dalla social search, ovvero dalla lista dei contatti che abbiamo su Google Plus e su altre reti sociali. Quindi creare una pagina e aggiornarla periodicamente può risultare utile e conveniente per avere una buona esposizione sia su Google Plus che nei risultati organici di Google. Se questo non basta a convincervi, sappiate poi che Google ha integrato Google Places con Google Plus, quindi chi ha una pagina sul social può richiedere che questa venga unita con la scheda Google Places relativa alla propria attività. Così sulla stessa pagina andranno a confluire anche elementi molto importanti come le recensioni e le votazioni lasciate dagli utenti. Inoltre su una pagina business di Google Plus si può inserire il link al proprio sito, caricare foto, video e anche aprire un video ritrovo (Hangout) con clienti e altri utenti iscritti alla pagina. Un sistema ottimo per presentare una novità, mostrare i propri articoli e prodotti, rimanere in contatto con i clienti più lontani e aggiornarsi in tempo reale. Da non sottovalutare infine l’opportunità offerta da Google Plus di suddividere i contatti in diverse cerchie. Così si potranno distinguere i propri utenti, ad esempio in base alle differenti linee produttive a cui sono interessati. Le condivisioni potranno essere ottimizzate e destinate soltanto ad alcune cerchie realmente interessate allo specifico argomento.

Articoli correlati