Google Maps si fa sempre più social

caffetteria

Google ha sempre fatto dell’aspetto social un elemento fondamentale della sua attività. Ora, una nuova funzione di Google Maps rende la app ancora più social. La funzione in questione permette agli utenti di creare una lista delle loro location preferite, da utilizzare come semplice appunto personale o anche da condividere con parenti e amici. Oltre a creare e condividere la propria lista, è poi possibile seguire la lista dei posti preferiti dei propri amici, fargli avere i propri, via sms, e-mail o social media, così da scambiarsi idee e consigli reciprocamente.

Le nuove funzionalità della app offrono la possibilità di organizzare liste con ristoranti, bar, musei e caffetterie preferiti. È un’opzione che si può utilizzare in diversi modi, per appuntarsi un posto che si vorrebbe visitare in futuro, per scambiarsi idee con amici, per segnalare locali testati e consigliati.

Google Maps sta insomma diventando qualcosa di diverso. Non è più solo uno strumento che ci consente di andare da un punto A a un punto B, ma sembra davvero avvicinarsi sempre più ai social network con le nuove funzioni che via via sta aggiungendo.

Le liste personalizzate si creano molto facilmente e, attraverso la app, si può salvare un posto tra “Preferiti”, “Da visitare” o “Luoghi speciali”. Per la condivisione si possono scegliere diverse piattaforme: app di messaggistica social, sms, email. Non è comunque necessario condividere, si può anche decidere di lasciare la lista come privata oppure renderla pubblica a tutti e visualizzabile nella Search di Google.

Naturalmente i vari posti aggiunti alle liste saranno visualizzati sulla mappa e indicati ogni volta che ci si trova nelle vicinanza. Il tutto sia sul desktop che su mobile e anche in modalità offline. Sarà dunque possibile scaricare in anticipo la mappa con tutte le tappe e poi consultarla offline quando serve, magari in viaggio.

Con tutti i punti di interesse, i luoghi e i locali presenti su Google Maps non mancano certo i posti nuovi da provare. Ora che Google ha mappato il mondo spetta agli utenti utilizzare lo strumento per personalizzare il proprio.

Articoli correlati