Come creare campagne Adwords davvero efficaci

google adwords Creare annunci Adwords efficaci può risultare particolarmente utile per un sito aziendale perché permette di ottenere enorme visibilità su Google, il motore di ricerca di gran lunga più usato al mondo. Vediamo dunque quali sono gli elementi principali da tenere in considerazione per creare una campagna di successo e raggiungere dei risultati soddisfacenti. Iniziamo fissare gli obiettivi da raggiungere con la pubblicità, così da poter poi verificare alla fine se questa sia stata davvero efficace. L’obiettivo di una campagna potrebbe essere: aumento delle vendite, promozione di un nuovo servizio o semplicemente far conoscere il marchio su Internet. Bisogna poi fissare un target e decidere se indirizzarla su una sola città, su tutto il territorio nazionale o anche in tutto il mondo, ad esempio nel caso in cui avessimo dei prodotti da esportare. In base al target scelto quindi andiamo a scegliere una serie di parole chiave che identifichino con precisione il prodotto da promuovere Per il successo di una campagna l’importanza delle parole chiave è fondamentale. E, anche se la ricerca delle parole chiave può essere davvero dispersiva, è necessario dedicarle la giusta attenzione dato che le sorti del successo della campagna dipenderanno in buona parte da esse. Tutta la campagna è infatti costruita intorno alle parole chiave e queste devono essere costantemente tenute sotto controllo e perfezionate. In particolare l’elenco di parole chiave per essere efficace deve essere: -         Rilevante: ovvero parole chiave mirate quindi su punti strettamente legati ai prodotti o servizi che si intende vendere. -         Esaustivo: quindi contenere non solo le parole più cercate ma anche i termini cosiddetti a coda lunga, ovvero parole più specifiche e meno cercate ma sicuramente molto importanti. Una volta definite le parole chiave bisogna scrivere con attenzione l’annuncio che verrà visualizzato su Google e sui siti partner. Questo è un passaggio davvero fondamentale perché abbiamo solamente tre righe per descrivere il prodotto mettendo in evidenza i suoi punti di forza così da convincere il navigatore a cliccare sull’annuncio. Dopo aver scritto l’annuncio dobbiamo decidere su quale pagina del nostro sito indirizzare l’utente, ovvero quella che viene chiamata la landing page. Questa deve essere coerente con le parole chiave scelte e con l’annuncio e deve essere di qualità. Bisogna quindi creare pagine di destinazione ottimizzate e persuasive con contenuti pertinenti e chiari, pensate per soddisfare delle specifiche query di ricerca. Infine c’è il punteggio di qualità, ovvero la valutazione di Google della qualità e della pertinenza delle parole chiave, delle pagine di atterraggio e delle campagne. Gli inserzionisti con migliori punteggi di qualità ottengono più click sugli annunci a costi inferiori. Una buona landing page fa guadagnare molto in termini di punteggio qualità che Google assegna per ogni parola chiave e dunque il costo per click sarà più basso. Ma non finisce qui perché l’attività di gestione di una campagna Adwords in generale richiede dedizione giornaliera per risultare efficace. Un errore da non fare assolutamente è quello di impostare una campagna Adwords e poi dimenticarsela lì. Per raggiungere buoni risultati non ci si deve mai fermare continuare a fare prove con parole chiave, annunci e landing page. A volte basta solamente cambiare una frase per migliorare notevolmente l’efficacia della campagna.

Articoli correlati