Blog aziendale: come e perché

blog aziendale Senza ombra di dubbio il blog è oggi uno degli strumenti social più efficaci per diffondere una filosofia di vita legata a ciò che si vende o ai servizi che si offrono. Su questo non ci sono dubbi. Il blog consente infatti di lavorare in maniera ricca e approfondita su argomenti che riguardano il prodotto, senza promuoverlo direttamente e attivando comunque un interesse nei suoi confronti. Il blog aziendale si affianca al sito ufficiale e offre delle informazioni non necessariamente legate al prodotto di per sé, ma piuttosto legate a tutto ciò che al prodotto gira intorno. Vediamo un po’ di numeri. In Italia ci sono ormai 3 milioni di blog con 10 milioni di visitatori abituali, il 60% degli utenti web che li ha visitati almeno una volta e 4 milioni e mezzo di persone che interagiscono scrivendo commenti. Si tratta dunque di un fenomeno che sta assumendo dimensioni davvero importanti. Le più grandi aziende italiane si sono mosse già da tempo investendo molto nella creazione di blog prodotto o tematici collegati a progetti di coinvolgimento degli utenti. Ma ormai anche le piccole-medie aziende hanno sperimentato con successo la strada del blog. Per un’azienda infatti il blog è uno strumento che ben si adatta a molti scopi. Innanzitutto permette una comunicazione bidirezionale, quindi può rappresentare uno straordinario mezzo per effettuare test con i propri clienti o utilizzatori. Nel caso del lancio di un nuovo prodotto si può ad esempio testarne la risposta da parte degli acquirenti. Il blog può dunque essere uno spazio utilissimo in cui gli utenti possono parlare con l’azienda, un mezzo di scambio reciproco che rafforza il legame tra i consumatori e il marchio. Il blog inoltre, a differenza del sito ufficiale, consente l’utilizzo di toni meno formali, e un luogo in cui si può presentare la realtà aziendale più da vicino. Ad esempio rivelando tecniche di lavorazione, trucchi del mestiere e tutto ciò che costituisce il valore aggiunto del prodotto in questione. Detto questo, per servire ai suoi scopi un blog deve essere ben concepito e curato. Quindi con contenuti testuali , ma anche visivi (video, interviste, infografiche) convincenti e interessanti. È bene inoltre che il blog sia fruibile da tablet e smartphone dato che oggi si trascorre sempre più tempo sui dispositivi mobile. La pubblicazione inoltre deve essere costante. Si può ad esempio prendere come regola la pubblicazione di un post a settimana, da diffondere poi sui vari profili social dell’azienda. Infine va sempre ricordato che qualsiasi attività sul blog dovrà essere costantemente monitorata e misurata, così da intraprendere le dovute azioni in caso di “successi” o le altrettanto dovute azioni in caso di “insuccessi”.

Articoli correlati